Il grande ritorno del Camozzi Open, più forte della pioggia. Avanti le teste di serie, in attesa dei giganti

Ivano Boriva, 58 anni da Treviso Bresciano, ha raggiunto la semifinale nel singolare Quad del Camozzi Open superando in due set lo spagnolo Job Brennla (foto Pietro Paletti)

Questo articolo è presentato da:

Inizio bagnato, inizio fortunato. Nemmeno la pioggia, caduta nella notte precedente e poi di nuovo nel pomeriggio, è bastata a rovinare la prima giornata del Camozzi Open – Memorial Cav. Attilio Camozzi, ripartito con l’ottava edizione dopo due anni di stop a causa della pandemia. L’attesa per l’evento internazionale di tennis in carrozzina organizzato da Active Sport era tanta e il campo l’ha ripagata alla grande, con un intenso programma da 21 incontri di singolare e altri 7 di doppio, divisi fra i tre campi indoor del Tennis Forza e Costanza 1911 e i due del Centro Sportivo San Filippo. Per i tanti giocatori di casa è stato un successo, in particolare nella categoria Quad (atleti con lesioni anche agli arti superiori) che ne ha visti tre approdare in semifinale e ha smarrito subito tutti i quattro stranieri in gara. Vuol dire che c’è già la garanzia di un vincitore italiano per la seconda edizione consecutiva. A giocarsi il titolo ci saranno anche due bresciani: il numero uno del seeding Alberto Saja, che ha superato facilmente il giovane svizzero Timo Jukka Brechbuehl, e l’eterno Ivano Boriva, responsabile della scuola tennis di Active Sport. Con la sua solita intelligenza tattica, il 58enne di Treviso Bresciano ha lasciato appena tre game allo spagnolo Job Brenlla e venerdì si giocherà un posto in finale contro il compagno di squadra Antonio Raffaele, vincitore del Camozzi Open nel 2019. Il viterbese ha risolto senza difficoltà la sfida con il peruviano Garcia Grandez, garantendosi anche i punti sufficienti per rientrare in quel ranking mondiale nel quale in passato è arrivato fino al n.7. Saja sfiderà invece Alfredo Di Cosmo.

Nella categoria Open, in attesa del debutto di venerdì delle due leggende del wheelchair tennis Martin Legner e Tadeusz Kruszelnicki (i quali hanno ricevuto un bye al primo turno), esordio positivo per tutte le teste di serie impegnate nella prima giornata. Fra loro, al numero 6 del seeding c’è il bresciano Edgar Scalvini: giovedì ha vinto il derby con Marco Colombo, presidente di Active Sport, e agli ottavi sfiderà il britannico Andrew Penney. Nel complesso sono nove gli italiani al secondo turno, fra i quali il lodigiano Giovanni Zeni, il piemontese Luca Spano e anche Francesco Felici, uno dei nomi nuovi del movimento nazionale. Al debutto al Camozzi Open, il 17enne abruzzese ha dominato la sfida contro Mauro Curioni e venerdì sarà il primo avversario di Martin Legner, in un duello generazionale con la bellezza di 44 anni di differenza fra i due protagonisti. Nel singolare femminile ottima partenza per le due giocatrici in gara già capaci di vincere a Brescia: la sarda Marianna Lauro (6-2 6-1 alla statunitense Elizabeth Williams) e la bergamasca Silvia Morotti, a segno per 6-1 6-2 sulla rumena Cristina Deac. Ai quarti anche Vanessa Ricci. Venerdì al Camozzi Open si parte alle 8.30: in programma gli ottavi del singolare maschile, i quarti del femminile e le semifinali dei Quad. Più i doppi e i tabelloni di consolazione.

RISULTATI

Singolare maschile Open. Primo turno: Felici (Ita) b. Curioni (Ita) 6-2 6-1, Degl’Innocenti (Ita) b. Perfigli (Ita) 6-2 6-4, Zeni (Ita) b. Carlucci (Ita) 6-4 6-4, Farkas (Hun) b. Simpson (Gbr) 7-6 6-2, Penney (Gbr) b. Sabatelli (Ita) 6-1 6-0, Scalvini (Ita) b. Colombo (Ita) 6-0 6-0, Spano (Ita) b. Tontodonati (Ita) 6-3 6-0, Vasta (Ita) b. Scaroni (Ita) 6-1 6-4, Pincella (Ita) b. Bonavita (Ita) 6-0 6-1, Gremion (Sui) b. Benazzi (Ita) 6-1 6-2, Lelik (Hun) b. Baroni (Ita) 6-0 6-3, Amadori (Ita) b. Brando (Ita) 6-3 6-1.

Singolare femminile Open. Primo turno: Ricci (Ita) b. Tolu (Ita) 6-0 6-3, Lauro (Ita) b. Williams (Usa) 6-2 6-1, Jenewein (Aut) b. Baldini (Ita) 6-2 6-1, Morotti (Ita) b. Deac (Rou) 6-1 6-2, Robertson (Gbr) b. Faccoli (Ita) 6-2 6-3.

Singolare maschile Quad. Quarti di finale: Saja (Ita) b. Jukka Brechbuehl (Sui) 6-0 6-0, Di Cosmo (Ita) b. Romo Martin (Esp) 6-1 6-3, Raffaele (Ita) b. Garcia Grandez (Per) 6-1 6-3, Boriva (Ita) b. Brenlla (Esp) 6-2 6-1.

Doppio maschile Open. Primo turno: Brando/Scaroni (Ita) b. Benazzi/Degl’Innocenti (Ita) 6-4 6-7 11/9, Gremion/Keller (Sui) b. Scalvini/Vasta (Ita) 6-2 7-5, Penney/Simpson (Gbr) b. Baroni/Colombo (Ita) 6-1 6-3, Curioni/Perfigli (Ita) b. Farkas/Lelik (Hun) ritiro. Da completare: Bonavita/Sabatelli (Ita) vs Carlucci/Tontodonati (Ita).

Doppio femminile Open. Quarti di finale: Robertson/Williams (Gbr/Usa) b. Faccoli/Tolu (Ita) 6-1 6-1. Da completare: Jenewein/Pesendorfer (Aut) vs Baldini/Deac (Ita/Rou).

Condividi questo articolo con i tuoi Social

WhatsApp
Facebook
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.