Il super 2023 del Tennis Forza e Costanza: “Chiudiamo un’ottima annata, da ripetere”

Questo articolo è presentato da:

Nel 2023 del Tennis Forza e Costanza 1911 c’è stato tanto, sotto più fronti. Il più in vista non può che essere il rinnovato successo degli Internazionali femminili di Brescia, il torneo Itf da 60 mila dollari di montepremi che a giugno ha tagliato il traguardo delle 14 edizioni col trionfo dell’ucraina Katarina Zavatska, facendo di nuovo il pieno di spettatori e di entusiasmo. Ma anche una scuola tennis che continua a crescere macinando numeri importanti e nuove esperienze, un nuovo torneo Open estivo, una squadra di Serie C portata alla salvezza dai giovani del vivaio e tanto altro. “Per tutti questi motivi – dice Anna Capuzzi Beltrami, presidente del club – non possiamo che essere soddisfatti del nostro 2023. È stata una stagione positiva a 360 gradi, partendo naturalmente dal nostro torneo internazionale che si è confermato uno degli appuntamenti più importanti dello sport cittadino. Il Comune di Brescia l’ha compreso e ci appoggia sempre di più, così come il pubblico che ormai è una costante”. Tanto che, sull’onda dell’entusiasmo, nel confermare all’International Tennis Federation l’intenzione di organizzare il torneo anche per il 2024, il direttore dell’evento Alberto Paris ha chiesto di ottenere di nuovo la data che – per ragioni organizzative – era stata ceduta nel 2023, cioè quella che occupa la seconda settimana del Roland Garros (3-9 giugno). “Desideriamo recuperare nel calendario la nostra collocazione classica – ha aggiunto la presidente –, certi che ci possa garantire il campo di partecipazione ideale. Da valutare anche un possibile aumento di montepremi, col passaggio a 80.000 o 100.000 dollari. Non sarà facile reperire le risorse necessarie, ma ci piacerebbe crescere ancora”.

Lo stesso discorso vale per la scuola tennis, che anche grazie al momento d’oro delle racchette tricolori ha fatto registrare una crescita numerica importante. E nel recente Grand Prix della FITP, che valuta le competenze degli insegnanti e la bontà delle strutture, è arrivato un quindicesimo posto in Italia fra le Super School, ossia la categoria a 4 stelle (su un massimo di 5). “Siamo soddisfatti della crescita del vivaio – continua Capuzzi –, coltivato con lavoro in campo e grande attenzione agli aspetti umani dell’insegnamento. Ma anche con esperienze che possano lasciare qualcosa ai ragazzi, come la trasferta alle Nitto ATP Finals di Torino per osservare da vicino i campioni”. Proprio dalla scuola tennis sono usciti i ragazzi che anche quest’anno si sono fatti valere nel Campionato di Serie C, portando alla salvezza un team costruito esclusivamente con i giovani di casa. Un vanto non da tutti, che ha condotto anche alla nascita di un nuovo torneo Open da 1.500 euro di montepremi, giocato fra agosto e settembre nella sede del Castello, col primo obiettivo di offrire un’opportunità in più proprio ai ragazzi del vivaio. “Da non dimenticare – chiude la presidente – la collaborazione col Tennis Club Lumezzane, che portiamo avanti ormai da anni”. Se il club della Valgobbia ha conquistato la salvezza nel Campionato di Serie A2, una fetta del merito è anche del Forza e Costanza.

Condividi questo articolo con i tuoi Social

WhatsApp
Facebook
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *